7 Cose da Sapere su Youseum

June, 3rd 2020

instagram museum

Il nostro museo interattivo ha aperto due settimane fa e siamo già stati visitati da un mucchio di persone: influencer, artisti, creativi, turisti, gente del posto, olandesi, e persino drag queen. Per quelli che ancora non sono venuti, ecco quello che c’è da sapere: 

 

1. A Youseum molti di noi non hanno Instagram.

Certo, alcuni di noi ce l’hanno. Curiosiamo nella news feed di tanto in tanto. Ma soprattutto perché siamo affascinati dai social media. È il motivo per cui abbiamo cominciato questo progetto: ci interessa quello che succede dopo che scatti quel selfie. Si tratta di arte? Ha un impatto? Conta qualcosa?

 

things not to miss in Amsterdam

 

2. Ti incoraggiamo a pensarti come un’opera

A Youseum, sei un ospite. Ma tu sei anche il centro della conversazione. Perché sei un’opera d’arte. E sei anche una costruzione digitale. Il ‘tu’ che esiste su Instagram è diverso da quello che entra nel nostro museo interattivo offline, e questa è la differenza tra tu e tu. A Youseum, ci interessano entrambi. 

 

3. Adoriamo far festa.

Ci piace ballare, ridere e spassarcela—e questi sono i pilastri di Youseum come spazio esperienziale. Pensiamo criticamente e riflettiamo sulle grandi domande. Ma crediamo anche sia importante farsi una risata e divertirsi—quale altro modo ti permetterà di avere abbastanza energia per salvare il mondo e vincere sui social media?

 

museo interattivo

4. Pensiamo che il femminismo sia un fenomeno complesso.

Molti parlano di femminismo al giorno d’oggi: politici, stelle del cinema, studiosi, teenager, influencer, persino il tizio inquietante della porta accanto. Il che rende il femminismo come concetto incredibilmente complesso, nella vita reale così come nel tuo news feed. Quello che è ancora più complicato è la sua storia e le molte tradizioni spesso contradditorie che rientrano nella stessa categoria. A Youseum, l’artista femminista Cathelijne Blok mette in comunicazione fra di loro questi elementi caleidoscopici in una stanza curata in modo spettacolare. 

 

5. Pensiamo che le drag queen siano favolose.

Amiamo le drag queen perché incarnano lo stile, la bellezza e l’humour che ci motivano. A Youseum vogliamo coinvolgerti in una critica sociale che sia emozionante, colorata e nuova. Ci piace guardarti mentre ti travesti e ti trasformi, mentre accetti il tu in modo profondo. Secondo noi, un museo interattivo dovrebbe aspirare esattamente a questo.

 

museo interattivo

6. Siamo fan di David Lynch.

Amiamo l’arte che ci spinga a guardare più da vicino. Arte che ci faccia domandare che cosa nascondono le apparenze, e che cosa emerge quando queste vengono smascherate. Amiamo l’arte che sia piacevole da guardare ed attraente – ma che poi ribalti tutte le nostre aspettative. Quando guardi da vicino i contenuti sui social media, che cosa resta? 

 

7. Ti invitiamo a scattare selfie qui.

Non ci fraintendere. Creiamo delle stanze impressionanti e suggestive che siano fotografabili e selfie-friendly. Ma quello che ci contraddistingue è che l’impulso a scattare quelle foto forma solo una parte della storia più grande che cerchiamo di raccontare qui a Youseum. Che ti piaccia o meno, viviamo nell’era digitale – goditela, ridicolizzala, ridici su, mettiti in posa… ogni atteggiamento è possibile (e viene incoraggiato) a Youseum.

 

museo interattivo
Museu da Selfie